13 Dicembre 2021 - Categoria: letteratura sarda, lingua/limba, versos in limba

“Gosos di Santa Lucia”

Gosos (o lauda)  per Santa Lucia (come per il gotsos per sant’Antonio Abate è probabilmente composto da un poeta locale e viene tramandato oralmente. Eseguito durante tutta la tredicina che precede la festa per Santa Lucia, il 13 dicembre.

Tu se’ lugi e lugi vi(v)a
chi doni a tutti splandori,
illuminegghia, o Lugia,
li chi vivini in arrori.
Nascisti da nubaltai
però da sangu paganu
candu Dioclezianu
cummittia crudeltai;
Ma tu battisgià ti fai
muidda da lu Signori.
Illuminegghia o Lugia…

Leggi tutto
11 Dicembre 2021 - Categoria: eventi straordinari

“La Novena di Natale in Latino cantata e registrata nel Pontificio Seminario Regionale Sardo del Sacro Cuore di Gesù”

Composta in Francia nel 1720 e realizzata presso la chiesa della Missione parigina, la novena di Natale, si diffuse in Piemonte e successivamente i missionari vincenziani la diffusero in tutta Italia e nel mondo.  Composta da un polisalmo, dagli inni laetentur coeli e dall’altro en clara vox redarguit, si chiude  con il magnificat accompagnato per i 9 giorni da apposite antifone. La melodie in latino e di agevole apprendimento, fino al concilio Vaticano II, furono eseguite nelle chiese, creando nel  periodo prenatalizio un’atmosfera di lieta attesa della nscita del Cristo Bambino. La diffusione e lo straordinario numero delle Figlie della Carità, vincenziane anch’esse, assicurarono alla novena un successo universale.

Leggi tutto
5 Dicembre 2021 - Categoria: cultura

“Mons. Vittorio Palestro: rassegna di giurisprudenza rotale nelle cause iurium e penali (1909-1993)”recensione a cura Nikolaus Schoc

Scheda Vittorio  Mons. Palestro, nato a Luras il 14 aprile 1929. Ordinato sacerdote a Sassari il 15 luglio 1951, Laureato in Teologia  presso la Pontificia Facoltà Teologica di Cuglieri nel 1952. Laureato in Diritto Canonico presso la Pontificia Facoltà Lateranense a Roma nel 1955. Pref. d’Onore di Sua Santità nel 1971.” Uditore emerito del Tribunale della Sacra Rota.
in Organizzazione della Chiesa in Sardegna 1995 Edizioni della Torre, Cagliari 1996 p. 453,

Don G. Dettori e Mons. Palestro

SCHOCH Nikolaus , Recensione: VITTORIO PALESTRO, Rassegna di giurisprudenza rotale nelle cause iurium e penali (1909-1993) , in Antonianum, 71/4 (1996) p. 740-742 . 

Mons. Vittorio Palestro, uditore emerito del Tribunale della Rota Romana, presenta un settore trascurato dell’attività del famoso Tribunale della Sede Aposto­lica che si dedica innanzitutto alle cause di nullità di matrimonio, una attività diven­tata negli ultimi anni quasi esclusiva mentre lo stesso Tribunale nella sua storia giu­dicava in seconda e terza istanza per lunghi periodi soprattutto cause civili, penali e persino commerciali. Quel periodo si chiuse con la cessazione dell’attività del Tri­bunale dovuta alla soppressione dello Stato Pontificio nel 1870. Oggi invece il set­tore civilistico e quello penalistico occupa un posto di importanza alquanto limitata nell’attività della Rota Romana, un fatto che deriva dalla situazione giudiziaria del­la Chiesa stessa.
Leggi tutto
4 Dicembre 2021 - Categoria: eventi luttuosi, memoria e storia

“Il prof. Gianluigi Mura-Pes (Sassari,1936-2021) un uomo e un cristiano esemplare in famiglia e nella professione” di Angelino Tedde

Gianluigi Mura aveva un anno più di me, ma questa lieve differenza non si avvertiva e per un anno in genere non la si avverte. Ci conoscemmo a 20 anni e diventammo amici. Io nero e olivastro lui quasi biondo, un bel rossiccio.
Presi dagl’impegni lì per lì non ci frequentammo molto, del resto lui partì per il servizio militare e io per il mio liceo classico in continente. Ci scrivemmo delle bellissime lettere. In particolare lui mi raccontava quanto fosse per certi versi inutile il periodo di leva dove mancava la formazione seria e utile per il futuro.

Leggi tutto
30 Novembre 2021 - Categoria: storia

1. “Vita quotidiana e morte apparecchiata a Chiaramonti nell’Ottocento 1827” di Angelino Tedde

Premessa

Nel 1827, nella Comune di  Chiaramonti, come in tutti gli altri quasi 300 villaggi della Sardegna, la vita si svolgeva soprattutto intorno al campanile di San Matteo al Monte verso cui le strade principali del paese tendevano a convergere, quali i carruggi, chiamati con vario nome: carruzzu longu, carruzzu ‘e ballas, carrela longa, piatta, carrela de su putu. Qualche sentiero campestre convergeva verso il Cunventu de sos Padres de su Carmine, detto appunto  Caminu de Cunventu; altro carruggio saliva al contrario  verso s’Oratoriu de su Rosariu, mentre dalla Piatta si scendeva verso s’Oratoriu de Santa Rughe e quindi a s’istradone che pericolosamente, a forma di serpente, da sa Rughe costeggiava la vasta e profonda conca, o depressione, di Putugonzu fino agli spuntoni di roccia alla periferia dell’allora centro abitato e poi proseguiva pericolosamente come sterrata lungo il pendio del monte per confluire nella sterrata prediale per Martis, passando per Erva Nana.

Leggi tutto
30 Novembre 2021 - Categoria: lingua/limba, versos in limba

3. “Cuncursu de poesia in limba sarda, są de 33 editziones Ossi 2021-III Premiu ex aequo Poesia di Eliano Cau” a contivizu de Domitilla Mannu

Sa cara tua, sola.

Chircande-ti sos ojos
in làntias de luna
mi che colan sas oras
turmentadas.
Sa cara tua, sola,
miro in sas pupìas
de donzi criadura, anima mia,
in su rundare nostru sena fine.
Ando in cherta ‘e s’accisu
a cudd’ala ‘e sos montes
orulados de lughe,
cando sos rajos d’oro
de unu sole amigu
si dan sa manu in cantigos galanos.
S’alenu si mestùrat
a s’abbolòtu de custa prenèta
chi m’istontònat dira.
Est cuncordu deghìle
sa ‘oghe ‘e sos puzones
chi brincat currellèra
dae rosa a viola
inter sas dudas de su ‘enidore.
Sulat su lussurzesu,
prus forte de s’ispera,
beninde dae logos de dolore,
isbàttulat crudele
a una ferta galu sambenosa.
Ma deo paro fronte
a sas ansiedàdes.
Si puru tima s’urtima traschia,
cando su chelu s’isgarrat su coro
e riet piedosu
ispoporande sas nues de dolu.

Eliano Cau

Setzione versos isoltos III prèmiu ex aequo

Leggi tutto
23 Novembre 2021 - Categoria: memoria e storia

“Il giro del mondo per scoprire chi guarda accademiasarda.it”di Angelino Tedde

Ho comprato da una settimana un versione avanzata di ShinuStat versione Pro che sarebbe il contatore del mio blog accademiasarda.it. La prima osservazione che debbo fare è la triste considerazione che nessuno è profeta nel suo paese.

Leggi tutto
13 Novembre 2021 - Categoria: memoria e storia

“Vita quotidiana e morte a Chiaramonti nell’anno del Signore 1826 (agosto-dicembre)” di Angelino Tedde

Squarci storici

Premessa

Dopo la sconfitta di Napoleone a Waterloo (1814), i sovrani europei avevano imposto, con fini strategie, la restaurazione del potere assoluto e l’alleanza fra il Trono e l’Altare.

Un’altra  Europa sotterranea però covava come il fuoco sotto la cenere: massoni, carbonari e altre società segrete oltre che giovani pensatori del livello di Giuseppe Mazzini (Genova 1805-Pisa 1872) e giovani combattenti per la libertà come Giuseppe Garibaldi ( Nizza,1807- Isola di Caprera 1882) allo scopo di rovesciare i sovrani dai troni e imporre la democrazia sperimentata durante la rivoluzione francese.

Leggi tutto
RSS Sottoscrivi.