San Matteo: festa a Salerno, Genova, Asiago, Chiaramonti a cura di Ange de Clermont

Uno sguardo anche altrove (Salerno, Genova, Asiago) dove viene venerato San Matteo apostolo ed evangelista, morto martire per Cristo. Infine il lodevole servizio di Letizia Villa nostra, lecitamente citato dalla Nuova Sardegna. Crediamo di fare cosa gradita ai claramontani pubblicando una preghiera di Anghelu de sa Nièra che come usa fare, dopo aver elencato i peccati dei claramontani, chiede la grazia del perdono finale per tutti i compaesani in punto di morte. 

salerno-san-matteoSan Matteo si festeggia quest’oggi a Salerno dove nella cattedrale giacciono i resti mortali del Santo e il vescovo Luigi Moretti,  presiederà i festeggiamenti religiosi.

 Verrà coinvolta quest’anno la sacra reliquia del braccio di San Matteo, conservato al Duomo e altra novità sono gli altoparlanti che consentiranno di prendere parte anche a distanza alle preghiere recitate.
san-matteo-a-santa-margherita-fotoreporter-guglielmo-gambardella-1-2Per la gioia dei salernitani torneranno anche i fuochi a mare che illumineranno i golfo dopo anni di assenza. Diverse le novità in vista e che riguardano, dunque, pure il programma religioso. Per quanto concerne gli appuntamenti tradizionali, l’arcivescovo Moretti visiterà, celebrerà messa e benedirà con il braccio di San Matteo gli ospiti della mensa di Casa Nazareth, la struttura d’accoglienza della parrocchia del Gesù Redentore nel quartiere Europa.

san-matteoMercoledì 21 settembre Solennità di San Matteo
SS Messe ore 6.30 – 7.30 – 8.30 – 9.30
Ore 10,30 Solenne Pontificale Giubilare celebrato dal Vescovo

san-matteo-genovaGenova

S. MaTè – da u-mò e da-a tera – Fiera Promozionale

Settembre. Contemporaneamente alle celebrazioni religiose in cui la statua del santo patrono di Laigueglia, scolpita dal Torretta nel XVIII secolo, viene portata in processione per le vie dell’antico borgo, il Comune organizza “S. MaTè – da u-mò e da-a tera”, la tradizionale “fiera di San Matteo”. Nel corso della fiera, che dura tre giorni consecutivi, dal venerdì alla domenica, diversi artigiani espongono nelle piazzette del centro storico oggetti di ogni genere: ceramiche, vetri artistici, filigrana, oggetti in legno lavorato, prodotti gastronomici genuini della campagna vicina, pietre dure lavorate. Durante S.MaTè, a corredo dell’attività espositiva, vengono organizzate una serie di manifestazioni di carattere turistico, culturali, artigianali ed enogastronomiche, tra cui concerti bandistici, mostre, intrattenimenti, ambientazioni storiche. Infine un grandioso spettacolo pirotecnico sul mare.

fiera_asiagoAsiago

Festa e Fiera di San Matteo

Due giorni di festa in onore di San Matteo con le classiche bancarelle dei prodotti locali e , infine, fuochi d’artificio.

 

Chiaramonti

 

Fotografie Moretti” Il 21 settembre la comunità festeggia il suo Santo Patrono, San Matteo Apostolo. Il comitato dei Fedales del 1965 ha organizzato i festeggiamenti in collaborazione con il Comune, il Coro de Tzaramonte, la Pro Loco, l’associazione Coro Doria, il gruppo folk Santu Matteu e, ovviamente, con le offerte della popolazione.
I festeggiamenti civili e religiosi sono concentrati in due giornate. Si inizia la vigilia, martedì 20, con la Santa messa delle 17 che sarà celebrata sul monte che ospita i resti del Castello dei Doria e un tempo sede dell’antica chiesa parrocchiale. Il rito sarà animato dai canti del Coro Doria. Per gli intrattenimenti civili, alle 22, in piazza Repubblica, appuntamento con lo spettacolo di varietà acrobatico dei Madema con musica live e acrobatic dance in un unico coinvolgente show che vuole ripercorrere la storia della musica dagli Anni ’60 a oggi, passando per gli Anni ‘70, ’80 e ’90, la musica commerciale, il rock, la musica latina fino alle hit del momento.
Vista San Matteo. Olio seicentescoMercoledì 21, invece, giornata dedicata alla figura di San Matteo, la messa in suo onore verrà celebrata alle 16 nella chiesa parrocchiale con l’animazione del Coro de Tzaramonte. Seguirà la processione per le vie del paese. Il simulacro del Santo sarà condotto sul carro trainato da buoi e accompagnato da cavalieri, gruppi folk in abiti tradizionali e dal corpo bandistico “Luigi Canepa” di Sassari.
vanessa-denanniAlle 22, in piazza Repubblica, la serata sarà allietata da una delle più belle voci del panorama artistico locale, la giovane e già bravissima Vanessa Denanni, figlia d’arte, in uno spettacolo etnico che vedrà la partecipazione del padre Franco che, assieme al fratello Gianni, è uno dei maggiori esponenti, e ambasciatori in Italia e all’estero, del canto sardo a chitarra.

Da La Nuova Sardegna (Letizia Villa)
http://lanuovasardegna.gelocal.it/sassari/cronaca/2016/09/19/news/due-giorni-di-festa-in-onore-di-san-matteo-1.14123810

A Santu Mateu – Anghelu de sa Niéra, nebode de Tebachéra-

 

Tristu est Santu Matheu
De Tzaramònte protetore
Ca òffesu amus Deu
Currumpende nos su coro. (licenza poetica)

 

Sos pecados de ognunu
ant fatu meda disastru
E non restada a perunu
che penare subr’a crastu.

 

Pro espiare  sos errores
C’amus fatu in cust’annada
Purifichemus oe su coro
          (licenza poetica)
Cun s’ammenda connotada.

 

Chissà chi a Santu Matheu
Li s’ammoddighet su coro
E invochet  pro nois Deu
E benzant dies de oro.

 

Tzertu est chi a Tzaramonte
Zente meda est pecadora
Andat puru a alta fronte
Cando pecad’ in d’ognora.

 

Totus sos cumandamentos
Suni meda  violados
E chena sos sacramentos
Si che ogant sos pecados.

 

Sos omines pecadores
Passan’ inant’ a sa cheja
E bolende che astores
torrant a sa rea pecheja.    (logu de pecados che s’Istradone)

 

Setzidos in s’Itradone
Movent limba pudidosa
Fina su pius mandrone
At a  narrer calchi cosa.

 

Frimmos e barcamunderis
Faghen’a gara a faeddare
Male de totu sos prìdéris
e su Paba a criticare.

 

Bi sunt fina  sos ladros
Chi furant crabas e anzones
Cando pasculant sos  padros
e los bendent a  masones.

 

Totu narant chentu faulas
Subra su bonu cristianu
E giuran fin’in sas  taulas
Falsidades de ogni manu.

 

Guasi totu Tzaramonte
Non si salvat mancu mortu
Lean rughes in sa fronte
Ponendesi a coddu tortu.

 

Che i Sodoma e Gomorra
Finit tzertu Tzaramonte
Si Matheu a s’andaetorra
Non si faghet  sinn’ in fronte.

 

 

E perdonu non dimandat
A Deus Misericordiosu
Pro chie torrat e chie andat
In caminu perigliosu.

 

O Matheu gloriosu
Salva nos dae s’inferru
E nos dona meda  gosu
Cand’ ad’at benner s’interru.

 

Sos pecados pianghimus
In penitentzia e in dolore
A tie custa grascia pedimus
Nostru santu protetore.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

RSS Sottoscrivi.