Libia: Madama Democrazia non la si regala! – di Angelino Tedde

La Libia, a causa delle sue dimensioni territoriali, un milione e settecentomila chilometri quadrati; della sua scarsa popolazione, 6 milioni di abitanti in un territorio così vasto; il modo di aggregazione, 150 clan di beduini senza connotazione  negativa, in più cultura beduina, non agevole da capire da europei e da statunitensi; infine senza alcuna forma di statualità all’0ccidentale: famiglie, comune e parrocchia, province e diocesi, regioni e via discorrendo. Uno Stato fantasma, impersonato dalla Guida della rivoluzione di 42 anni fa. Comitati rivoluzionari tribali, per finirla, assai poco leggibili e trasparenti.

In seguito alle agitazioni tunisine, a quelle egiziane, dove qualche forma di Stato s’intravede, anche in Libia la generazione dei cellulari, dei blu jeans, berretti alla dott. Valentino, scatenano per le vie di Bengasi e chissà se anche nelle altre 23 agglomerati urbani, un can can, per la libertà da Muammar Gheddafi. Notizie su massacri, mai documentati. Otto morti diventano 80, e 10 possono diventare 100. Insomma, provate ad entrare al buoio dentro una casa-labirinto, senza il filo d’Arianna. Non ci resta che  ascoltare il bla bla dei presentatori televisivi, di giornalisti più o meno fantasiosi, oppure spegnere ogni comunicazione e immergerci nella preghiera perché Iddio provveda a questa nazione di clan, il cui malanno e quello d’essersi trovata sopra un mare d’oro nero.

Le nazioni europee: l’oro nero è alla base del nostro benessere: dal gasolio alle medicine, dalle protesi ai bay pass! E’ ovvio che tutti cercano di arraffare. Ma, al di là di ogni scherzo, siamo tutti per la libertà della libici di governarsi come meglio credono. Assistenza umanitaria, certo; evitare  stragi d’innocenti, certo. Ma la democrazia non è una signora affascinante che ti riceve ad ore. Bisogna inseguirla per secoli. E può darsi che, col tempo si riesca ad acciuffarla e a custodirla con cura. Come tutte le donne affascinanti, se non sai trattenerla, scappa.

La democrazia, non la si paga ad ore. La democrazia non è una prostituta, anche se, a tratti, lo sembra.

Gheddafi Muammar, licenzia le amazzoni e fa entrare nella tua tenda di beduino riccioluto Madama Democrazia, non te ne pentirai! Voglia, Allah illuminarti!

 

Commenti

  1. bel commento, non so se sarà altrettanto bella l’iniziativa del sindaco di senorbì di riempire il paese di extracomunitari, da mantenere a spese dei cittadini di senorbì.
    il Sindaco ha la bava nella bocca perchè lo stato gli ha promesso una gestione allegra di fondi a sostegno degli extracomunitari, ma a voi cittadini cosa vi entra?
    nella migliore delle ipotesi: disaggio,probabilmente aumento della delinquenza.
    E’ molto probabile invece che lo stato scompaia , come spesso fà, e lasci a carico delle comunità tutte le spese per sostenere questa gente che è solo capace di pretendere.

    linop55
    Marzo 26th, 2011

LASCIA UN COMMENTO

RSS Sottoscrivi.