Stavolta è capitato a me di Claudio Casali

Ho vent’anni e sono sul ciglio della strada.

Che è successo… ho mal di testa… ma che cosa è successo, dove mi trovo? …mi sento male… chi è quest’uomo che si avvicina… che sta dicendo?

“Stai bene? Tutto a posto? Ehi… ehi… come ti chiami?… chiamate un’ambulanza presto, presto!”

Provo ad alzarmi, non ci riesco… ci riprovo, niente da fare… perché non ci riesco?

Guardo giù verso le gambe, ho le cosce e le ginocchia maciullate, piene di sangue…

Anche dalla testa sento che esce sangue… la polizia… tutte queste persone… la mia

macchina…

Ora ricordo, ero in auto rientravo dalla discoteca, avevo sonno e ad un tratto mi trovo qui. Mi sforzo di ricordare di più: in discoteca ho certo bevuto troppo, e ho preso anche una, forse due pastiglie. Mi hanno detto che non mi avrebbero fatto male, anzi!

Mi madre me lo dice sempre “finché riuscirai a pensare con la tua testa, a non farti condizionare da quelli che ti sembrano amici a fare delle cose che sai non giuste, ritornerai sempre da me sano e salvo”.

Perché non l’ho ascoltata, perché?

Ho pure ignorato il test dell’alcool fuori dalla discoteca.

Anche Marco, che non ha bevuto, ha insistito perché andassi in macchina con lui, ma io imbecille me ne sono fregato.

O Dio non volevo, che cosa ho fatto?

In TV tante volte mi è capitato di sentire notizie di morti sulle strade, ma non prestavo attenzione, anzi cambiavo canale, mi annoiavano, e così ho impedito che il messaggio mi si scolpisse nella mente e nel cuore.

Ma aspetta… si avvicinano i miei genitori, piangenti. Riesco appena a dire “Mamma, papà ma cos’ho? Ce la farò?”.

Mia madre e mio padre piangono ancora di più e mi dicono “si che ce la farai, certo, certo ce la farai”.

Ora sento le sirene, è l’ambulanza che mi porta in ospedale, faccio un sorriso ai miei che disperati mi salutano. L’ambulanza corre ma riesco ad intravedere la gente fuori che fa il segno della croce al nostro passaggio, e spero che la vita mi dia un’altra opportunità che a molti invece non ha dato…

Claudio Casali

1°E – Scuola Media N° 12 –

Sassari 2007- Vincitore della  Borsa di Studio “Mario Meloni”-

LASCIA UN COMMENTO

RSS Sottoscrivi.