“Letrinas” non “diarios”!

Internet offre occasioni abbondanti di lettura dei siti dei “diarios” italiani. Ho potuto leggere così gl’interessanti articoli del ruolo dei parlamentari italiani nel Parlamento europeo. Le tematiche politiche di grande attualità, il superamento dei nazionalismi, il cooordinamento a livello internazionale, l’immagine di un’Europa pensosa delle sorti del mondo e della sua stessa economia. Che teste i giornalisti del Corriere, di Repubblica: due diarios che rasentano il pensiero filosofico, due grandi cervelli, due teste. Quale edificazione!

Peccato, però, mi sono svegliato dal sonno, si trattava di un sogno. Corro al Mac, lo accendo, aspetto un po’, cerco le due testate di internet dei due diarios e, vistoso fenomeno, esce dai siti un puzzo simile ai famosi “muntonalzos” della mia infanzia. Forse, ho sbagliato, non diarios ma “letrinas”. Che bel sogno e che brutto risveglio. 

A. T.

LASCIA UN COMMENTO

RSS Sottoscrivi.