10 Gennaio 2022 - Categoria: educazione, eventi culturali

“Simone Unali: presto Guardia Marina tra alcuni anni ingegnere navale” di Ange de Clermont

Simone Unali, allievo dell’Accademia navale di Livorno, tra i primi della sua classe a vincere il posto in Italia, non si dimentica  ogni volta che viene in paese di farmi una visitina. Io gli voglio bene come ad un figlio del cuore. Tra la terza media e il Liceo Scientifico ha composto sotto la mia tutela,  insieme allo studenti inInformatica  Francesco Dettori il bel libro sulle chiese e i cimiteri di Chiaramonti che, tra poco pubblicheremo per intero su questo nostro blog, dal momento che in commercio non lo si trova e il Sindaco, dati i legami parentelari non può promuoverne la ristampa  per donarla a tutti i compaesani che inutilmente si rivolgono a me che ho dato tutti e dieci volumi di cui mi hanno fatto omaggio gli autori. Per fortuna Simone me ne ha procurato uno.

Leggi tutto
8 Gennaio 2022 - Categoria: c'est la vie, eventi straordinari

“https://www.accademiasarda.it.: visite odierne dall’Emilia Romagna fino alle ore 12″di Ange de Clermont

Bologna 25 Calerno 2 Cesena 1 Ferrara 1 Fiorano modenese 1 Forlì 2 Modena 7 Parma 1 Pavullo nel Frignano 1 Pianoro 1 Reggio Emilia 3 Rimini 1 Pieve di Cento 1 totale visite 46. Queste le località dell’Emilia Romagna che oggi fino alle 12.00 hanno visitato la nostra https://www.accademiasarda.it. Non possiamo che rallegrarci che dalla Regione più dotta, grassa, rossa e massonica d’Italia visitino il nostro amato blog. Si vede che non passiamo del tutto inosservati in questa plaga che a quanto pare offre, contrariamente a quel che si pensi, il più consistente Prodotto interno lordo dello stivale, isole comprese.

Leggi tutto
5 Gennaio 2022 - Categoria: eventi straordinari

“Mons. Francesco Antonio Soddu consacrato vescovo nella cattedrale Maria Assunta di Terni” di Ange de Clermont

Col canto del Te Deum sta terminando la cerimonia della consacrazione  del nostro compaesano Mons. Francesco  Antonio Soddu nella cattedrale Maria Assunta di Terni. Sarà vescovo di Terni Narni Amelia. Sarà pastore di circa 160 mila fedeli della Chiesa cattolica. Alla cerimonia presenti vescovi attivi sardi ed anche emeriti oltre a tanti vescovi dell’Umbria in più ben due cardinali. Tutta la cerimonia rituale si è svolta al canto costante di un coro davvero eccezionale.

Leggi tutto
3 Gennaio 2022 - Categoria: letteratura sarda

“Mi dice il cuore che il 2022 se decolla bene sarà l’anno della liberazione dai ceppi del corona virus” di Ange de Clermont

A sentire il cuore e la cabala dei numeri inseriti nel 2022 il prossimo anno dovrebbe andar meglio dello scorso anno. Poco importerà al cosmo di una frazione tutta umana del tempo, delle notti e dei giorni. Il giro del sole o meglio della terra procede a prescindere dai nostri gridolini che l’universo nemmeno ascolta o se li ascoltasse sarebbero semplici gridolini che vanno a perdersi nel nulla.

Leggi tutto
24 Dicembre 2021 - Categoria: cristianesimo, lingua/limba, versos in limba

“Naschidu ses Gesusu in sa conchedda” de Anghelu de sa Niéra

GrottaMi capitat a s’ipissa de iscriere poesias in intalianu e in sardu, ma meda bortas sunt poesias profanas e tando bidu chi su tempus est currende apo pensadau chi dae custu Nadale ap’ a fagher poesias religiosas nessi  pro Deus e Nostra Signora e pro sos santos chi veneramus in bidda e  in famiglia. Custa l’apo fata pro Pasca de  Nadale, s’atera l’ap’a fagher pro sa Pasca de abrile e sas ateras pro sa Resurretzione, s’Ascensione de Gesus a Chelu, pro sa bennida de s’ispiridu Santu e a sa fine pro sa Santa Trinitas. Pustis ant a benner sos santos chi veneramus in bidda comenta Santu Matheu, Santa Giusta, Santa Maria Maddalena, Santu Miali, Santa Caderina de Alessandria, Santu Pedru e Santu Sistu. Daepoi leo a cantare sos santos de sos cales ammus sos numenes in familia dae su giaju de bator finas a sos fizos e sas duas nebodeddas c’amus.

Leggi tutto
19 Dicembre 2021 - Categoria: memoria e storia, narrativa

“Il salvadanaio di papà” quasi un racconto per Natale di Effeò

Effeò oltre che un bravo studioso è anche un narratore nato anche se si sa che carmina non dant panem. Auguro a Effeò la fortuna di Sarah Savioli che dopo aver pubblicato qui dei racconti, oltre 50, da me “rubatile” da Facebook ora con la pubblicazione di ben tre gialli con investigatori animaletti, è una star di Feltrinelli Editore. Conosco i luoghi qui descritti dall’autore. Il Montiferru con nel cuore il parco della Madonnina e in mezzo ad essa una delle più prodigiose fucine culturali-religiose dell’intellighenzia sarda e continentale  che è stata per me, per mia moglie e per i miei figli una tappa essenziale della mia vita. Tutte le cime del Montiferru sono state da me e da un gruppo di una ventina di studenti e studentesse esplorate, raggiunte e con momenti di meditazione per tre anni consecutivi. I grifoni sotto cura, poi lanciati verso Alghero, la fontana fredda de sos elighes buttiosos, gli studi televisivi de Badde Urbara con la selezione delle immagini che arrivavano da Monte Argentario e poi lanciate in tutta l’Isola, ma soprattutto illustri personaggi da Francesco Manconi a Cesaraccio, dal regista  Ciacinto Ciaccio a don Giussani e cento altri sotto la direzione di quel grande animatore e geniale direttore che fu don Giuseppe Budroni.
Ho letto con commozione questo racconto che è quasi un romanzo, una saga familiare, che suggerisco all’autore di sviluppare e di spedirlo ad un editore. Si tratta di “carne” della nostra storia, di gente povera, ma eroica. Mi auguro che lo spirito di Giovanni Corona da Santulussurgiu, ora scoperto e inserito tra i poeti italiani del Novecento, dia fortuna allo scrittore del racconto di questa povera ma eroica gente. (Angelino Tedde)

Il salvadanaio di papà

Un giorno, riordinando un cassetto, mi è capitata tra le mani una vecchia scatoletta metallica, un po’ graffiata, un po’ arrugginita. In origine era il contenitore delle Pasticche del Re Sole, che un tempo si vendevano come rimedio contro la tosse al prezzo di “lire 122,50 più I.G.E.”. L’aveva acquistata il mio nonno paterno, fumatore di sigari e poi era diventata il salvadanaio di mio padre, allora ragazzino. Per me è la scatola dei ricordi.

Leggi tutto
13 Dicembre 2021 - Categoria: letteratura sarda, lingua/limba, versos in limba

“Gosos di Santa Lucia”

Gosos (o lauda)  per Santa Lucia (come per il gotsos per sant’Antonio Abate è probabilmente composto da un poeta locale e viene tramandato oralmente. Eseguito durante tutta la tredicina che precede la festa per Santa Lucia, il 13 dicembre.

Tu se’ lugi e lugi vi(v)a
chi doni a tutti splandori,
illuminegghia, o Lugia,
li chi vivini in arrori.
Nascisti da nubaltai
però da sangu paganu
candu Dioclezianu
cummittia crudeltai;
Ma tu battisgià ti fai
muidda da lu Signori.
Illuminegghia o Lugia…

Leggi tutto
11 Dicembre 2021 - Categoria: eventi straordinari

“La Novena di Natale in Latino cantata e registrata nel Pontificio Seminario Regionale Sardo del Sacro Cuore di Gesù”

Composta in Francia nel 1720 e realizzata presso la chiesa della Missione parigina, la novena di Natale, si diffuse in Piemonte e successivamente i missionari vincenziani la diffusero in tutta Italia e nel mondo.  Composta da un polisalmo, dagli inni laetentur coeli e dall’altro en clara vox redarguit, si chiude  con il magnificat accompagnato per i 9 giorni da apposite antifone. La melodie in latino e di agevole apprendimento, fino al concilio Vaticano II, furono eseguite nelle chiese, creando nel  periodo prenatalizio un’atmosfera di lieta attesa della nscita del Cristo Bambino. La diffusione e lo straordinario numero delle Figlie della Carità, vincenziane anch’esse, assicurarono alla novena un successo universale.

Leggi tutto
RSS Sottoscrivi.