“Sarah Savioli: il 2 luglio la Feltrinelli metterà in vendita il suo primo romanzo” di Angelino Tedde

Sarah Savioli, Gli insospettabili, Feltrinelli, Milano 2020 pp. 224 in cartaceo 15,20 €. in ebook  9,99 €.

La nostra collaboratrice Sarah Savioli il 2 giugno vedrà nelle librerie il suo primo romanzo, pubblicato dalla Feltrinelli. Le auguriamo un gran successo in attesa di leggerlo e di farne  la recensione. Per ora tantissimi auguri!

La scrittrice è vissuta a Chiaramonti fin da piccola. Ha conseguito la Licenza Media in paese e successivamente, iscrittasi al Liceo Classico Domenico Alberto Azuni di Sassari, vi ha conseguito la maturità classica.

Iscrittasi all’Università di Parma, vi ha conseguito la laurea. Bravissima al Liceo, ha continuato a coltivare la scrittura. Il nostro blog Accademia Sarda di Storia di cultura di lingua ha pubblicato 52  sue  lodevoli composizioni, registrandola come una delle categorie per dare ai visitatori l’opportunità di leggere di seguito i suoi pezzi. Ancora i nostri auguri per un successo di vendite. Pubblichiamo nel frattempo la recensione della casa editrice con la trama del romanzo.

Anna ha quarant’anni, un bimbo, un marito, un gatto e un ficus. La sua vita scorre come ogni altra, se non fosse che, a seguito di un piccolo ematoma cerebrale, Anna può comunicare con piante e animali. Una straordinaria capacità che, oltre a offrirle un nuovo sguardo sul mondo, le regala un inaspettato impiego: diventa collaboratrice della squadra dell’Agenzia investigativa del burbero investigatore privato Cantoni, con cui litiga in continuazione, insieme a quel “quintale d’uomo” di Tonino e all’alano arlecchino Otto, goloso di dolci e incline alla flatulenza. Mentre, sul luogo del delitto, Cantoni e Tonino interrogano parenti e vicini di casa, ecco che Anna di soppiatto parla con il cane della dirimpettaia, con le piante del giardino accanto, con un piccione aspirante suicida, con due vecchie sorelle tartarughe un po’ sclerotiche… Grazie ai suoi insoliti informatori, Anna cerca una possibile risposta per la madre di Armando, un trentaquattrenne ex tossicodipendente “precipitato” dal quarto piano della palazzina in cui viveva. L’ambiente della droga è il punto di partenza di un’indagine che – fra battibecchi, rivelazioni inattese, dialoghi con i più diversi animali sul senso del vivere, un figlio di quattro anni fantasioso nelle domande e una sorella in perenne crisi sentimentale – Anna, insieme a Cantoni e a Tonino, vede complicarsi in molteplici piste. Come “tanti pezzi di un puzzle, ma di puzzle tutti diversi fra loro”. Sarah Savioli, con la scrittura fresca e piena di brio propria della migliore tradizione della nostra commedia e grazie alla sua lunga esperienza come perito tecnico-scientifico forense, dà vita a una delle investigatrici più insolite, divertenti e stralunate della commedia gialla nostrana.

 

LASCIA UN COMMENTO

RSS Sottoscrivi.