“In manu tua” “Nella tua mano” di Maria Sale

La nostra poetessa di Chiaramonti, Maria Sale, continua a mietere allori e con questa lirica ha vinto il primo premio a Bonorva nella sezione versi sciolti dedicata a Paulicu Mossa nell’edizione del 2018. Oltre che in sardo la nostra poetessa cura la traduzione italiana con particolare maestria.

In manu tua

In manu tua
istringhes su cabu
de lòrumos fatos
dae s’atzola in chindalu,
e de su tessìnzu
chi est aballonàdu.
L’aias barminàdu,
e, sas manos tuas,
pùstis, l’an filadu,
cun pinnitzu ‘e dies
de  istajonare
in tempos e tempòrios,
nòos e antigòrios
a pare intritzàdos.

 

In manu tua
istringhes sos logos
chi amus atraessàdu
e accabarràdu
cun bramusìa,
mentres chi tue ebbìa
nde ses donnu e mere,
e in malu e in bene
est chi los contivizas.

 

Da-e manu tua
un’istiza isgutat
de licore ìu,
e leamus s’imbìu
chi pùstis osservas
in tota s’andamènta.
Cantu andalitorra,
tenzende a tie innanti
e dae te sighìdos,
currende a tota fua
in libertade fuìdos.

 

Sende sempre ligados,
tempus, in manu tua.

 

 

 Nella tua mano

Nella tua mano
tieni stretto il bandolo
dei gomitoli fatti
da matassa in arcolaio,
e della tessitura
che è arrotolata.
L’avevi scardassato,
e le tue mani
lo hanno poi filato,
con pennecchio di giorni
da stagionare
in epocali tempi,
nuovi e antichissimi
insieme intrecciati.

 

Nella tua mano
tieni stretti i luoghi
che abbiamo attraversato
e accaparrato
con ingordigia,
mentre tu soltanto
sei  il signor padrone,
che nel bene e male
te ne curi e disponi.

 

Dalla tua mano
gocciola una stilla
di liquore vivo,
e prendiam l’avvio
che poi tu osservi
in tutto il suo sviluppo.
Quanto andirivieni,
tenendoti dinanzi
e da te seguiti,
correndo a perdifiato
evasi in libertà.

 

Essendo sempre legati,
tempo, nella tua mano.

 

 

Maria Sale

LASCIA UN COMMENTO

RSS Sottoscrivi.