“L’elefantino di bronzo all’archeologo e funzionario della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Sassari e Nuoro” di Claudio Coda

Ieri l’altro, nell’austera navata della Chiesa di San Pietro delle Immagini (o de su Rughefìssu) – del sec. XII – in Bulzi – la cerimonia di premiazione de “Elefantino di bronzo”. Iniziativa promossa dall’Assoc.ne “Nuovi Orizzonti per Castelsardo”, in collaborazione con la Soc. Cooperativa “Simbranos”, Dipartimento di Storia, Scienze dell’Uomo e della Formazione -Università di Sassari- dell’Ufficio Beni Culturali della Diocesi di Tempio-Ampurias, Unione dei Comuni dell’Anglona eBassa Valle del Coghinas, il Consiglio Regionale della RAS ed il Comune di Bulzi.
La Giuria, composta dai proff. Antonello Mattone, Marco Milanese,Salvatore  Patatu, e dai dott. Mauro Tedde, Giuseppe Tirotto, hanno assegnato riconoscimenti, per la loro intensa attività culturale e/o lavorativa/artigianale a: GIANLUIGI MARRAS, archeologo di Chiaramonti; Pietro Elias, maestro artigiano del coltello sardo di Castelsardo; Cooperativa Lattearia “S. Pasquale” di Nulvi. A chiusura, i Cori di Bulzi e di Nulvi hanno incantevolmente risuonato incantevolmente nell’aula ed emozionato il numeroso pubblico. A GIANLUIGI MARRAS affettuosamente: Auguri, ad maiora !
(Testo riprodotto dal diario di facebook di Claudio Coda)

La redazione di accademiasarda.it si unisce al plauso della Giuria e dei presenti per l’onorificenza conferita all’amico stimato dott. Gianluigi Marras, funzionario della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Sassari e Nuoro.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

RSS Sottoscrivi.