Categoria : letteratura sarda

Oreste Carboni, nostro compagno di collegio e corrispondente da Hong Kong è deceduto

Un infarto ha stroncato l’esistenza di

ORESTE CARBONI
1946-2017

compagno di collegio e nostro collaboratore.
Siamo vicini ai figli per la prematura perdita del loro caro genitore e a tutti i parenti ed amici.
Che la terra gli sia lieve.

Pubblico col necrologio l’ultima lettera che mi ha inviato da Lantau, l’isola più estesa delle 300 isole di Hong Kong

” Signore Iddio, perché hai voluto darmi ancora una croce, sapendo della mia debolezza.
Accetto passivamente la croce, in quanto sai che posso, con la mia testardaggine provare a resistere.
Mi hai mandato un Tuo figlio ad attraversare la mia strada, guarda caso sardo come me.
Ora, come Tu sai, si trova qui sulla mia strada implume nonostante abbia la mia età vittima di un furto cospicuo in quel dell’islamica Dubai.
Senza lavoro sicuro (domani cercheremo) e senza soldi.
Schifato dalla sorella, sarda come noi, al telefono, pagato da me, di tutto parla, meno che di offrirsi di aiutarlo mandandogli  qualche soldo finché non trova lavoro.
Ma lui ha trovato il suo angelo custode.
Nel mio piccolo, gli ho prestato 4mila HK$  (Hong Kong dollari) affinché possa muoversi.
Lo schifo ed il vomito che mi ha preso sta proprio nella sorella , che di tutto ha parlato, meno che di offrirsi ad aiutarlo.
Le lacrime mi impediscono di leggere e continuare a scrivere.
Che schifo di mondo moderno, che ci porta ad aiutare gl’islamici  ad invaderci, ma lasciamo morire i nostri sardi.  Da qualche suo discorso ho capito che vorrebbe suicidarsi.
Lantau, ottobre 2016″
 Questo era il cuore buono di Oreste che non ha messo in dubbio il racconto del richiedente aiuto come deve fare ogni buon uomo e cristiano.

 

LASCIA UN COMMENTO

RSS Sottoscrivi.