Categoria : eventi culturali

“L’elefantino di bronzo a prof. Mauro Maxia, all’impresa Murgia e all’Oratorio della Santa Croce di Castelsardo” di Mauro Tedde

mauro-2Dalla Nuova Sardegna apprendiamo:

“NULVI. Nella bella cornice offerta dall’antico chiostro dell’ex convento di Santa Tecla sono stati consegnati sabato scorso i tre premi “Elefantino di bronzo 2016”, che l’associazione culturale “Nuovi Orizzonti per Castelsardo” mette in palio ogni anno fra le personalità dell’Anglona che si sono distinte nel campo culturale ed imprenditoriale. Il premio è itinerante e ogni anno la cerimonia si tiene in un diverso Comune dell’Anglona. Questa seconda edizione si è tenuta a Nulvi grazie alla collaborazione del Comune di Nulvi, l’Unione di Comuni dell’Anglona e l’associazione culturale “Su Sidhadu”. Un premio speciale è stato attribuito dall’associazione a Pietro Sanna, uno dei fondatori e una delle anime del sodalizio, recentemente scomparso. Il primo “Elefantino di bronzo” è andato a Mauro Maxia, studioso, docente di linguistica, saggista, scrittore e poeta di Perfugas per la sua immensa produzione bibliografica sull’Anglona e non solo. Premio consegnato da Antonello Mattone e Marco Milanese che hanno illustrato la sua importante opera con la quale sono stati posti punti fermi nelle conoscenze della ricca storia della zona del Nord Sardegna. “Elefantino di bronzo” anche a Vincenzo Murgia, valente imprenditore di Chiaramonti, amministratore delegato del “Gruppo Alimentare Sardo”, una delle aziende leader nel settore agroalimentare in Sardegna. Un’impresa che dà lustro all’intera isola e consente di guardare al futuro con maggiore fiducia. Il terzo “Elefantino di bronzo”, consegnato da Giuseppe Tirotto, è andato invece all’Oratorio Santa Croce di Castelsardo, depositario e custode dei riti secolari del Lunissanti e dell’originalissimo canto liturgico studiato e apprezzato dagli etnomusicologi di tutto il mondo che ogni anno risuona nei vicoli attorno al castello dei Doria.
La cerimonia, presentata da Tore Patatu ed Elvira Decortes, assessore alla Cultura del Comune di Nulvi, è stata impreziosita da alcuni brani eseguiti dal Coro di Nulvi diretto da Fabrizio Mangatia e dal musicista Andrea Tola. «Voglio ringraziare in particolare gli hotel-ristorante “Baga” Baga e “L’Incantu” – ha commentato Christian Speziga, presidente dell’associazione castellanese – che, nonostante il momento di crisi, hanno voluto sostenere la nostra iniziativa che ha il merito di dare voce a chi promuove l’Anglona, perché non rimanga quel territorio di mezzo, quell’espressione geografica tra la provincia Sassari e la Gallura ma che si spinga per il rilancio del proprio patrimonio storico-culturale ed economico».”

LASCIA UN COMMENTO

RSS Sottoscrivi.