Accademia sarda

UnknownL’Accademia e Academia (in lingua sarda) nasce dal desiderio di trattare tematiche conosciute dai singoli partecipanti. L’incontro virtuale dei convitati aspira ad avere interventi accettabili. In tal modo noi pensiamo di favorire l’incontro e la discussione tra studiosi e cultori di varie discipline che costituiscono una risorsa per la nostra società e come risorse vogliono dare il loro contributo alle tematiche che ognuno intende affrontare. Non si esclude, aprioristicamente, alcuna disciplina consolidata, né alcuna disciplina alla ricerca di uno statuto.
Si scriverà di storia, di lingua e di cultura sarda e non sarda: ciò che importa e che ogni intervento costituisca un arricchimento di conoscenze. Nell’isola e fuori si ha bisogno oggi come non mai di dialogo, di scambio di idee, di notizie, di contributi che vadano a beneficio di tutti. L’Accademia nasce in un contesto storico-culturale sardo, ma non intende fermarsi alla Sardegna, ma piuttosto alla collaborazione di chiunque intenda sedersi intorno a questa ideale tavola rotonda, prendere la parola per dare il suo contributo. Le categorie potranno ampliarsi alle scienze umane, a quelle prettamente scientifiche, alla narrativa e alla poesia, agli eventi culturali, alle recensioni di libri, alla fotografia e alle arti cinematografiche, cammin facendo si amplieranno le discipline in relazione ai contributi.
giovanni-nino-fois-300x224I promotori dell’Accademia si propongono, nel tempo, di costituirsi eventualmente in un’associazione culturale onlus con la libertà di partecipazione volontaria. Chi è parte viva di un’ altra associazione a scopi culturali e scientifici non è certamente obbligato a partecipare alla costituzione dell’Accademia Sarda, pur essendo impegnato a contribuire al dialogo in questo sito web. A tutti un vivissimo augurio di feconda partecipazione al dialogo.

Sassari 10 ottobre 2008

Angelino Tedde

The Academy and Academy (in the Sardinian language) comes from the desire to address issues known to the individual participants. The virtual meeting of the guests wants to have acceptable interventions. In this way we think to promote the meeting and discussion among scholars and students of various disciplines that constitute a resource for our company resources and how they want to make their contribution to the issues that each intends to address. We can not exclude, a priori, any established discipline, and no discipline in search of a statute.
The equation of history, language and culture of Sardinia and Sardinian: what matters and that any action constitutes an enrichment of knowledge. And outside the island you need today than ever of dialogue, exchange of ideas, news, contributions that benefit all. The Academy was founded in a historical-cultural context of Sardinia, but will not stop at Sardinia, but rather the cooperation of anyone who wants to sit around this table perfect circle, take the word to make its contribution. The categories will expand to the human sciences, to those which are purely scientific, fiction and poetry, cultural events, to reviews of books, film, photography and the arts, the move will expand the disciplines in relation to the contributions.
The promoters of the Academy will offer, over time, possibly to form a cultural non-profit organization with the freedom of voluntary participation. Who is a living part of an ‘other association for culture and science is certainly not obliged to participate in the formation of the Academy of Sardinia, while being committed to contribute to dialogue on this website. All best wishes for a fruitful participation in the lively dialogue.
Sassari October 10, 2008

Sono trascorsi 24 mesi dal giorno in cui il sito accademia sarda ( angelinotedde.com) ha perso l’ incedere statico e monotematico per diventare un luogo di discussione e di partecipazione aperto non solo ai soci, ma anchea tutti coloro che hanno voluto inviarci i loro contributi sulle varie discipline che man mano sono emerse.

Nel momento in cui si fanno dei bilanci dobbiamo sottolineare che alla voce accademia sarda di storia di lingua e di cultura il motore google offre 47.000 link, i visitatori ad oggi  (9.10. 2010) sono stati 26.454 e le pagine visitate risultano 60.454. A ben controllare le statistiche dell’ultimo mese si rilevano circa 70-80 visitatori al giorno provenienti dall’Europa, dal Nord e Sud America, dalla Cina. Le nostre statistiche, verificabili quotidianamente, ci indicano anche in buona percentuale le provenienze dei singoli visitatori e i contributi visionati, nonché percentuali per città, per nazione. Molto letti dagli Usa gli articoli di Paolo Amat di San Filippo, dal Brasile quelli di Raimondo Turtas, mentre dall’Europa sono seguiti gli articoli di storia e particolarmente di storia della scuola. Moltissimi anche i lettori dei contributi di Massimo Pittau.  Ricercate anche le recensioni dei libri e i contenuti delle discipline archeologiche. L’accademia si è arricchita per i contributi concessi dalla scuola di Paolo Pombeni di Bologna grazie ai suoi editoriali e a tutti i  contributi dei suoi collaboratori. Vorremmo ringraziare tutti compreso l’Osservatore Romano da cui attingiamo  articoli a carattere scientifico, recensioni e contributi di carattere storico e archeologico. I nostri lettori giornalieri non superano per ora il numero degli studenti, circa 80,in certi giorni anche 100, che partecipavano alle lezioni giornaliere della nostra Università di Sassari, ma diverranno sempre di più in proporzione allo stimolo degli argomenti postati. E’ evidente che non abbiamo l’ambizione di diventare un sito nazional-popolare anche se il nostro scopo è quello di diffondere quelle tematiche spesso accessibili soltanto agli specialisti e inseriti in riviste specializzate. L’importante è far conoscere tematiche d’interesse elevato e, spesso, non diversamente accessibili. Tanti anche i lettori dei testi sardi sia in prosa che in poesia grazie alle collaborazioni di Nino Fois e di Domitilla Mannu. Ci auguriamo che esse continuino allo scopo di valorizzazre la lingua sarda della quale intendiamo presentare la duttilità e l’uso non solo contemporaneo, ma anche del passato. A questo proposito ringraziamo sia gli autori di raccolte come Mons. Amadu sia i curatori di altre raccolte rese accessibili con varie pubblicazioni. Non vogliamo dimenticare nessuno fra tutti coloro che collaborano al buon andamento di questo sito, mentre ci auguriamo un incremento di collaboratori e di lettori.

Angelino Tedde

9 ottobre 2010

24 months have elapsed from the day on which the Academy site Sardinian ( angelinotedde.com) has lost the ‘single-subject to static and gait become a place of discussion and participation is open not only to members, but also all those who wished to send their contributions the various disciplines that have emerged gradually. The moment you make the budgets we must emphasize that the
Voice Academy Sardinian language and culture history of the engine google offers 47,000 links, visitors today (9.10. 2010) were 26,454 and 60,454 pages viewed are. A well-check the statistics last month reveal about 70-80 visitors a day from
from Europe, North and South America, from China. Our statistics, verifiable daily basis, we also show a good percentage of the
origins and contributions of individual visitors viewed, as well as percentages for the city to the nation. Widely read articles from the U.S. Paul Amat di San Filippo, Raymond Turtas those from Brazil, while Europe followed the story items and particularly school history. Many readers also contributions by Massimo Pittau. You are looking at the reviews of books and the contents of
archaeological disciplines. The academy has been enriched by the contributions granted by the school of Paul Pombeni of Bologna with its and all the editorial contributions of its employees. We would like thank everyone including the Osservatore Romano, from which we draw scientific articles, reviews, and contributions of character history and archeology. Our readers do not exceed daily per hour the number of students, about 80, even 100 on some days, which participated in the daily lessons of our University Sassari, but will become more and more in proportion to the stimulus of topics posted. It ‘clear that we do not have the ambition to become
a national-popular site even if our aim is to spread those issues often accessible only to specialists and included in professional journals. The important thing is to introduce issues interest high and, often, not otherwise accessible. Many other Sardinian readers of texts both in prose and poetry thanks to Nino Fois collaborations and Domitilla Mannu. We hope that they continue with the aim of the Sardinian language which valorizzazre intend to present the ductility and the use not only contemporary, but also of the past. In this regard we thank the authors of both collected as Archbishop Amadu both curators of other collections made accessible by various publications. Let us not forget none of all those who contribute to the success of this site, as we hope to increase staff and readers.
RSS Sottoscrivi.